Analisi del trasporto pubblico nel territorio della Valle di Comino

Criticità Riscontrate

Dalla nostra analisi, per quanto riguarda i collegamenti extraurbani gestiti da CoTraL, abbiamo rilevato le seguenti criticità:

• Difficile fruizione da parte di utenti occasionali a causa della totale mancanza di informazioni sugli orari di partenza/arrivo/transito presso le fermate.
• Gli orari presenti nel sito ufficiale di CoTraL SpA non riportano eventuali transiti in località intermedie e sono di difficile comprensione.
• Mancanza di un cadenzamento delle sulle direttrici principali
• Mancanza di coincidenze nei nodi di scambio
• Mancanza di informazione sui punti vendita dei biglietti nei paesi serviti.
• Scarsità di offerta festiva su quasi tutte le direttrici

Quanto sopra riscontrato porta ad uno scarso utilizzo dei mezzi CoTraL, limitato, principalmente, a studenti e a persone che non hanno disponibilità di un’automobile.

Per quanto riguarda invece il servizio di tpl nei centri della Valle di Comino, risulta praticamente impossibile, per il viaggiatore occasione, reperire informazioni su orari e percorsi. Nel corso della nostra analisi abbiamo potuto riscontrare infatti che non sono presenti informazioni nei siti ufficiale dei vari comuni, mentre nessuno dei gestori risulta avere un suo sito internet ufficiale.
Questa situazione comporta una notevole difficoltà nell’utilizzo dei servizi di TPL, sia in ambito locale, sia in ambito extraurbano. Inoltre, l’eccessiva frammentazione di gestori, comporta, in ambito locale, l’impossibilità di avere servizi intercomunali. Caso limite è il Comune di San Donato val di Comino, unico a non disporre di un servizio di trasporto pubblico locale.
Se si sommano i due scenari riscontrati, appare abbastanza evidente come la mobilità in Valle di Comino sia essenzialmente privata, con negative ricadute in termini di inquinamento ambientale e traffico. Inoltre i principali assi viari (come ad esempio la superstrada Cassino – Sora – Avezzano) sono interessati anche dalla circolazione di mezzi pesanti. Non va inoltre trascurato che nei mesi invernali, le avverse condizioni meteorologiche, con possibilità di gelate e precipitazioni nevose, possono limitare l’agibilità delle strade rendendo difficoltosa la circolazione dei mezzi privati.

Al fine di incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico, si ritiene opportuno mettere in campo opportune azioni da effettuarsi in fasi successive.

Azione n.1 – Informazioni e riorganizzazione della rete di trasporto pubblico

La prima azione da mettere in atto riguarda la predisposizione di una mirata campagna informativa e di sensibilizzazione all’utilizzo del trasporto pubblico. Nello specifico, con il contributo delle amministrazioni comunali possono essere realizzate misure informative volte ad informare la cittadinanza sugli orari degli autobus, sui loro percorsi, sull’ubicazione delle fermate dei mezzi pubblici, sui punti vendita dei biglietti e sui principali nodi di scambio regionali di interscambio. Tale campagna può essere veicolata sia attraverso la distribuzione di opuscoli, da rendere disponibili presso i punti informativi turistici / Pro Loco / strutture alberghiere (hotel,ostelli B&B ed altro) sia installando opportune indicazioni sulle principali fermate presenti nel territorio comunale. Inoltre all’interno del sito internet del comune, possono essere inserite informazioni su orari e percorsi sia delle linee CoTral, che delle linee locali. Laddove possibile è necessario installare opportuna pensilina presso i capolinea CoTraL indicati in tabella 2 al fine di evitare che l’utenza in attesa del bus sia costretta ad essere esposta agli agenti atmosferici, senza neanche possibilità di sedersi. In alternativa, per le sole linee aventi origine / destinazione il Comune di San Donato Val Di Comino si ritiene opportuno, previa verifica di compatibilità, lo spostamento, nei soli giorni feriali ed esclusivamente nel periodo invernale,del capolinea da Piazza IV Novembre a Piazza della Libertà,al fine di avvicinare ulteriormente il capolinea al centro cittadino favorendo l’utenza.

Azione n.1 / bis – Progetto Pilota di Paline elettroniche

Considerato che gran parte dei mezzi della flotta CoTraL sono muniti di AVM (Automatic vehicle monitoring) che attraverso il sistema GPS permette alla centrale operativa di verificare la posizione della vettura, si potrebbe realizzare,previo accordo con CoTraL, un progetto pilota in Valle di Comino per l’installazione di Paline Elettroniche che diano in tempo reale i tempi di attesa degli autobus.

Azione n.2 – Convenzioni per il trasporto pubblico

Appurato che nel territorio del Comune di San Donato Val di Comino non esiste un servizio di trasporto pubblico, previa verifica della domanda di trasporto, della consistenza del bacino di utenza e delle direttrici di traffico, si mette in atto la seconda azione, con la predisposizione di apposite convenzioni con gestori di autolinee pubblici e privati (titolari di licenza NCC) al fine di agevolare il trasporto tra il centro storico di San Donato Val di Comino e la periferia della città. Tale convenzione, volta alla stipula di un vero e proprio contratto di servizio, permetterà la realizzazione di collegamenti attraverso il mezzo pubblico lungo percorsi da definire. Tale offerta di trasporto si rivolge sia verso gli utenti abituali, residenti o turisti, mettendo ad esempio in collegamento le principali frazioni delle campagne con il centro cittadino e realizzando opportune coincidenze con il vettore CoTraL, sia verso utenti occasionali in occasione di manifestazioni ed eventi, previa individuazione di opportuni parcheggi di scambio dove lasciare l’automobile. In questo modo si consente un maggior flusso di utenti-consumatori verso il CCN nonché si alleggerisce il centro cittadino dal traffico in occasione di suddette manifestazioni, vista e considerata la scarsa disponibilità di posti auto disponibili nel centro storico.

Azione n.3 – Convenzioni per il trasporto degli anziani

Questa azione riguarda l’attuazione di apposite convenzioni che mirino ad agevolare il trasporto degli anziani, residenti in particolar modo nelle frazioni di campagna, da e per i centri cittadini, al fine di agevolare tutte quelle persone anziane non automunite. Il servizio potrà essere articolato sia con orari e percorsi fissi, come da punto 2, sia attraverso un servizio a chiamata. Considerata la tipologia di servizio ed il target medio di riferimento, composto in prevalenza da persone anziane a basso reddito, è opportuno studiare particolari tariffe agevolate che permettano di limitare i costi per l’utente finale. La migliore tipologia di veicoli per tale servizio viene individuata nella categoria “M1” (veicoli con massimo 8 posti), possibilmente anche attrezzati per trasporto di persone con carrozzina. É inoltre importante prestare particolare attenzione al miglioramento dei collegamenti con le strutture ASL di Atina Inferiore, che sono il punto di riferimento per tutti i tipi di prestazioni sanitarie erogate dal SSN nel territorio della Valle di Comino.

Azione n.4 – Campagna di sensibilizzazione all’utilizzo del trasporto pubblico

La quarta azione riguarda la predisposizione di una mirata campagna informativa e di sensibilizzazione della cittadinanza all’ utilizzo del trasporto pubblico. Nello specifico possono venire realizzate misure informative volte a sensibilizzare dei mezzi pubblici, nonché sui benefici ecologici ed economici, derivanti anche dalle convenzioni previste dalle Azioni n.2 e n.3. Tale azione può essere svolta attraverso i tradizionali canali comunicativi (carta stampata, internet, radio…) e/o con incontri nelle scuole e con la cittadinanza. Al fine di fidelizzare l’utenza si consiglia un sistema di tariffazione basato o su carte valori, o su carnet scontati di biglietti (ad esempio 11 biglietti al prezzo di 10) , realizzando anche sconti e promozioni negli esercizi convenzionati per gli abbonati al trasporto pubblico. Il concetto base è “più si viaggia, meno si spende”

Azione n.5 – Accordi quadro con altre amministrazioni comunali

La quinta azione da mettere in atto riguarda l’istituzione di un riguarda la predisposizione di apposite convenzioni quadro con altri comuni della Valle di Comino al fine di potenziare il trasporto pubblico e renderlo maggiormente accessibile. Attraverso gli strumenti messi a disposizione anche dall’Unione dei Comuni tale azione mira a realizzare una comune rete di trasporto suburbana, complementare a quella esistente CoTraL, favorendo l’interscambio con il vettore extraurbano nei punti nodali di interscambio della rete. Attraverso l’Unione dei Comuni potrà possibile stabilire una gestione comune di tariffe,orari e percorsi, superando l’attuale situazione di frammentazione. Al fine di poter efficientemente servire le varie frazioni, specie nel territorio di San Donato Val di Comino, è opportuno uno studio preventivo e preliminare della situazione della rete stradale, intervenendo ove possibile per migliorare il fondo stradale e permettere il transito dei mezzi di TPL secondo quanto indicato dalla normativa vigente

Azione n.6 – Osservatorio intercomunale sulla mobilità

L’ultima azione da mettere in atto è l’istituzione di un Osservatorio Intercomunale sulla mobilità, composto in maniera paritaria da rappresentanti dei Comuni della Valle di Comino, Regione Lazio, Provincia di Frosinone, associazioni di pendolari e CoTraL. Tale Osservatorio lavorerà per migliorare ed ottimizzare l’orario delle autolinee, favorendo la riorganizzazione degli orari al fine di realizzare nei principali nodi facili coincidenze. Inoltre con cadenza periodica, raccoglie i dati relativi all’esercizio, le segnalazioni dell’utenza, attivandosi per superare le criticità rilevate e migliorare il servizio di trasporto nonché l’integrazione con gli altri vettori.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.