Metro C, CeSMoT: lieti per apertura stazione San Giovanni ma tracciato oltre Piazza Venezia va rivisto

Roma_treno_RA394_metro_B_PiramideL’annuncio dell’apertura il prossimo 12 maggio della tratta Lodi – San Giovanni della Metro C, dopo una lunga serie di date annunciate e non rispettate, permetterà finalmente interscambio con la Metro A ,dando un senso alla Metro C, una delle opere più costose mai viste a Roma. Pur essendo ovviamente soddisfatti dell’apertura, merito in ogni caso del lavoro delle precedenti amministrazioni che hanno fortemente voluto la metro C, restiamo fortemente perplessi sia sulle frequenze annunciate di passaggio dei treni (12/15 minuti sono eccessivi) , sia sull’impatto che potrà avere sulla Linea A della metropolitana che già viaggia prossima alla saturazione, anche in virtù della totale assenza di un piano certo di revisione della rete di superficie, di cui si sa solo di una presunta linea bus 77 da San Giovanni verso Ostiense che dovrebbe percorrere la trafficatissima Via Cilicia , con inevitabili aumenti di percorrenza. Apprendiamo inoltre che l’amministrazione, dopo averla osteggiata quando era all’opposizione, ha improvvisamente cambiato idea sul prolungamento della metro C oltre Colosseo, arrivando ad annunciare che i lavori andranno avanti ricalcando il percorso già previsto dal progetto originario, ovvero il passaggio sotto Corso Vittorio per arrivare verso Ottaviano. Peccato che, nonostante i soliti sterili proclami del presidente della commissione mobilità, gli studi già effettuati hanno dimostrato l’impossibilità di realizzare una stazione in zona Torre Argentina ed anche che  realizzare una stazione nei pressi di Piazza della Chiesa Nuova potrebbe essere complicato. Il rischio di avere una metropolitana che passi per il centro senza effettuare fermate è un qualcosa da non sottovalutare. Per questi motivi, come CeSMoT, continuiamo a ritenere che occorra certamente  arrivare a Piazza Venezia ma che il tracciato vada completamente rivisto, sostituendo la tratta sotto Corso Vittorio con una linea tramviaria, molto più economica e capillare ,mentre la Metro C potrebbe deviare verso Trastevere/Marconi, laddove era prevista il tracciato della Metro D, creando un valido collegamento anche a servizio dell’Università di Roma 3. La prevista tratta della Metro C fino a Farnesina, con ipotesi di prolungamento verso l’Ospedale S.Andrea, potrebbe tranquillamente diventare una linea autonoma da Ottaviano, anche in considerazione del fatto che la MEtro C non tocca nessuna delle due principali stazioni ferroviarie romane, che sono i principali nodi di scambio. Per questo motivo,anche con una linea Pantano – Farnesina, è ipotizzabile che utenza scenda ad Ottaviano, motivo per cui, tanto varrebbe creare o una metropolitana a se stante o un collegamento tramviario.

Share Button

3 thoughts on “Metro C, CeSMoT: lieti per apertura stazione San Giovanni ma tracciato oltre Piazza Venezia va rivisto

  1. Ritengo che non vi siate informati bene prima di scrivere il vostro articolo ( http://www.cesmot.it/?p=1614) per una serie di imprecisioni:

    ”arrivando ad annunciare che i lavori andranno avanti ricalcando il percorso già previsto dal progetto originario, ovvero il passaggio sotto Corso Vittorio per arrivare verso Ottaviano. […] Il rischio di avere una metropolitana che passi per il centro senza effettuare fermate è un qualcosa da non sottovalutare.”
    Vi rispondo con l’articolo di oggi (Roma Today):
    ”A mettere tutti d’accordo il Pums, il Piano urbano mobilità sostenibile, condiviso con i cittadini. E proprio i romani hanno deciso: si va oltre piazza Venezia. Il progetto però potrebbe cambiare rispetto al passato: non più Chiesa Nuova ma una fermata su corso Vittorio tra campo de’ Fiori e piazza Navona denominata ‘Navona’. Quindi passerà e si fermerà a San Pietro, dove ci sarà una stazione, per poi arrivare a Prati e a piazzale Clodio.”
    Il progetto che intende Virginia Raggi è questo:
    https://www.pumsroma.it/partecipa/proposte-cittadini/metro-c-tratta-t2-con-metodo-mxr/
    Si tratta del secondo progetto più votato dai romani nella piattaforma PUMS creato dal comune:
    https://www.pumsroma.it/proposte_piu_votate/
    Vi invito a leggere di più su questo rivoluzionario progetto che non prevede ciò che avete scritto voi:
    http://www.metroxroma.it/2017/04/linea-c-modello-metroxroma-arrivare-ottaviano-gli-ascensori-salveranno-le-stazioni-del-centro-storico/
    ”Peccato che, nonostante i soliti sterili proclami del presidente della commissione mobilità, gli studi già effettuati hanno dimostrato l’impossibilità di realizzare una stazione in zona Torre Argentina ed anche che realizzare una stazione nei pressi di Piazza della Chiesa Nuova potrebbe essere complicato.”
    Inoltre vi informo che prima del progetto della metro C era stato previsto l’attraversamento sotterraneo del centro storico della attuale Laziali-Centocelle ma si rivelò infattibile perchè avrebbe previsto gli scavi ad una profondità minore rispetto ad una metro tale da attraversare lo ”strato” archeologico della città.
    Allo stesso modo anche se la Laziali-Centocelle non è un tram, la profondità di scavo non sarebbe così differente.
    Al momento non ho un articolo per giustificare ciò, esiste e vi invito a cercarlo. Anch’io se lo ritrovo ve lo mando, chiederò allo studente di ingegneria Carlo Tortorelli che ne sa tanto sulla storia della Roma-Giardinetti e mi ha dato lui questa informazione.
    Vi invito a fare una riflessione su questo articolo per rispondere a quest’altra vostra affermazione:
    http://www.metroxroma.it/2016/11/metro-c-corviale-la-folle-idea-berdini/
    Sebbene nella vostra proposta non sia previsto l’allungamento fino a Corviale ma comunque sostitutivo alla metro C.
    ”mentre la Metro C potrebbe deviare verso Trastevere/Marconi, laddove era prevista il tracciato della Metro D, creando un valido collegamento anche a servizio dell’Università di Roma 3”
    È fondamentale anche che la Metro C dopo il Colosseo si ricongiunga alla metro A per evitare, come avete scritto voi, la saturazione della linea, infatti guardando il progetto attuale la metro C ha un tracciato parallelo alla A.
    http://www.metroxroma.it/2016/12/meleo-propone-un-referendum-proseguire-la-linea-c-la-battaglia-della-vita-mxr-roma/
    A quest’ultima affermazione rispondo con l’ultimo articolo:
    ”Anche in considerazione del fatto che la MEtro C non tocca nessuna delle due principali stazioni ferroviarie romane, che sono i principali nodi di scambio. Per questo motivo,anche con una linea Pantano – Farnesina, è ipotizzabile che utenza scenda ad Ottaviano, motivo per cui, tanto varrebbe creare o una metropolitana a se stante o un collegamento tramviario.”
    http://pigneto.romatoday.it/pigneto/stazione-pigneto-progetto-informazioni.html
    ”A fine corsa sarà la terza stazione della Capitale dopo Termini e Tiburtina. Dal nodo Pigneto passeranno le linee Fl1 (Orte Fiumicino) e Fl3 (Roma Viterbo), con possibilità di interscambio con la metro C”
    Spero che questa email vi possa aver arricchito di informazioni.
    Carlo Dellarciprete, studente di ingegneria appassionato di trasporti e prima di tutto utente del trasporto pubblico.

    • Veramente siamo informati e nopn ci servono pseudo storici. La Linea C sotto corso vittorio non serva, ed il PUMS è buono solo per fare propaganda ad una giunta di inetti

  2. http://www.greenious.it/ferrovia-roma-fiuggi/
    Eccolo l’articolo che mi mancava:
    ”Con la cessazione di tutti i servizi extraurbani, diventò sempre più evidente come la ferrovia potesse subire una trasformazione in metrò, la paventata Linea G; un progetto che ne prevedeva la modifica in metropolitana leggera con l’interramento da Tor Pignattara a Porta Maggiore. Un’idea che non vedrà mai la luce e che, nel corso degli anni, subirà stravolgimenti e modifiche fino ad arrivare alla realizzazione dell’attuale Linea C.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>